Dove Siamo

Via Trensasco 9, GENOVA

Telefono

+39 010 712 986 ​

Orari di Apertura

Lunedì - Venerdì 8:00 - 18:00

La scheda tecnica per i pneumatici

Al via dal mese di maggio 2021 la normativa 2020/740 dell’unione Europea che riguarda l’etichetta degli pneumatici. Prevede alcune modifiche ai vecchi parametri e ne aggiunge altri. Un’opportunità in più per gli acquirenti, anche se è sempre buono rivolgersi a un gommista esperto, che sappia consigliare bene. La nuova etichetta riguarda pneumatici C1, cioè per autovetture, C2, per veicoli commerciali leggeri e anche C3, per veicoli pesanti.

Scheda tecnica pneumatici: parametri già esistenti e loro modifiche

 

Fino a questo momento, l’etichetta pneumatici prendeva in considerazione la frenata sul bagnato, la rumorosità esterna e il consumo di carburante:

  • aderenza sul bagnato, cioè l’aderenza delle ruote su una strada bagnata. Nella vecchia etichetta erano previste 7 classi, adesso sono soltanto 5, si va dalla classe A alla classe E. La prima è quella che offre delle prestazioni migliori, permettendo buone frenate su strade bagnate – valori calcolati su una guida media di 80km orari -;
  • rumorosità esterna: viene classificata con dei valori che vanno dalla lettera A alla C. Il rumore degli pneumatici è misurato in decibel. Nella parte inferiore dell’etichetta è possibile verificare i decibel esatti;
  • resistenza al rotolamento: anche in questo caso le classi, da 7, sono state ridotte a 5, cosa che tra l’altro era abbastanza prevedibile considerando che dal 2018 era vietato per legge vendere pneumatici di classe F. La capacità del battistrada di resistere al rotolamento, è fondamentale perché incide notevolmente sul consumo di carburante, quindi non soltanto sulle spese ma sulle emissioni di CO2. Scegliendo pneumatici di classe elevata saremo in grado di aiutare noi stessi in termini economici e nello stesso tempo rispettare l’ambiente.

Nuove icone: scheda tecnica pneumatici invernali

 

Accanto ai simboli appena elencati ne sono stati introdotti altri, tra cui due che permettono di sapere se le ruote siano adatte alla neve o ghiaccio:

 

  • icona pneumatico da neve. Accanto al simbolo per la rumorosità si colloca adesso quello dello pneumatico da neve. Permetterà di capire se una gomma è adatta a viaggiare in presenza di neve abbondante. Il pittogramma rappresenta un fiocco di neve che ha alle spalle una montagna a tre cime;
  • icona pneumatici da ghiaccio. Definisce invece le prestazioni di aderenza su strada ghiacciata. In questo caso, gli standard al momento sono validi solo per pneumatici per autovetture, cioè C1, mentre quelli per pneumatici C2 e C3 sono ancora da definire.

 

Un’altra interessantissima novità è rappresentata dalla presenza di un codice QR. Basterà scansionarlo per riuscire ad accedere ai dettagli del prodotto direttamente nel database EPREL, database ufficiale europeo per l’etichettatura energetica. Ancora, sull’etichetta sarà presente un codice identificativo del tipo di pneumatico.

La scheda pneumatici: vantaggi e obiettivi

 

Il regolamento nuovo, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Europea, è dunque già in vigore da qualche giorno. Anche se la scheda pneumatici è obbligatoria per tutti gli pneumatici di tipo C1, C2 e C3, nessun rivenditore è però obbligato a mettere delle nuove etichette a pneumatici presenti sul mercato prima del primo maggio 2021. Gli pneumatici con la nuova etichetta non si riveleranno più costosi dei precedenti. È sempre utile comunque affidarsi a dei rivenditori professionisti.

L’etichetta sugli pneumatici, introdotta nel 2012, si è dimostrata subito utile per coloro che devono acquistare le gomme perché garantisce una maggiore trasparenza. Fornendo informazioni estremamente dettagliate, le nuove schede tecniche permetteranno ai consumatori di fare delle scelte ancora più consapevoli. Lo scopo principale di queste normative è quello di garantire sempre più sicurezza sulle strade aumentando la presenza sul mercato di pneumatici che offrano efficienza e altissime prestazioni.

Condividi questo articolo!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Richiedi un preventivo

Vuoi ricevere in anteprima i nostri articoli?

Iscriviti alla Newsletter degli amanti delle auto!

Ti potrebbe interessare anche...